Keynote: non solo iPhone…

Tutti parlano solo di iPhone mettendosi le mani nei capelli e gridando allo scandalo. Ma, se di scandaloso si può parlare, un altro prodotto va annoverato: l’iPod!

Cos’è successo a Cupertino? Se lo chiedono tutti. Quando uno è abituato a ricevere molto, se riceve improvvisamente poco, molto poco, è logico che si chiede cosa succeda.

Per un attimo non parliamo dell’iPhone 4s, ne parleremo a lungo poi; concentriamoci su quelli che avrebbero dovuto essere i protagonisti dell’autunno californiano: gli iPod.

Settembre/ ottobre sono sempre stati i mesi della musica in casa Apple, ma quest’anno di musica se n’è sentita ben poco. Infatti se l’anno e mezzo di attesa per il telefono ha deluso tutti quelli che invece di grandi novità han ricevuto il contentino, quelli che si aspettavano il regolare appuntamento per gli iPod si può dire che non abbiano ricevuto nulla!

Il sito ufficiale non riporta ancora le caratteristiche precise dei due nuovi dispositivi presentati : iPod touch e il Nano.

Ma dalla presentazione non sembra sia cambiato molto: il Nano ha ben 20 orologi in più e il Touch è bianco!

Insomma lo stesso colore che hanno assunto le nostre facce dopo aver letto che il keynote si era concluso.

Oltre il danno, in questo caso c’è anche la beffa; mi rivolgo a noi, possessori del bellissimo Touch 4G: vi ricordate il prezzo? Quei 239 Euro? Ora sono 199! Per tutti gli altri ovviamente nessun danno e nemmeno beffa: consapevoli di un prodotto ormai vecchio, il prezzo è quello giusto!

Aggiungo una  postilla.

Come sapete l‘Unione Europea ha imposto la microusb come porta unica per tutti i dispositivi mobili. La soluzione da parte di Apple è stata quella di un adattatore, al prezzo di 10€!

In secondo se  non in terzo piano sono finite anche due nuove app:  Find my friends e Cards!

Per quanto riguarda la prima applicazione targata Apple, si tratta di una novità che ripercorre un po’ la strada già tracciata dai social network con la geo-localizzazione degli aggiornamenti di stato. Find My Friends, infatti, permetterà di condividere la propria posizione con amici e familiari, che potranno visualizzare la nostra posizione su una mappa, proprio come accade con Google Latitude.

Con Cards, invece, sarà possibile inviare delle cartoline a qualsiasi utente in qualsiasi parte del mondo ma, invece di stamparle e spedirle per conto proprio, sarà Apple a prendersi carico di quest’onere, facendo, però, ovviamente, pagare il servizio (dai 3 ai 5 dollari, a seconda della tipologia di spedizione) che ci notificherà la consegna della cartolina con un’apposita notifica direttamente sull’iPhone.

Tags: , , ,

Categorie: Apple, iPod

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current day month ye@r *